Clicca per tornare alla home page del sito - Italiani a Barcellona - Il sito degli Italiani che vivono o vorrebbero vivere e lavorare a Barcellona
\\ Home Page : Articolo
Il "made in Spain"...dove ?
Di Massi (del 07/06/2007 @ 14:36:07, in Vita a Barcellona, linkato 11988 volte)
L'altra sera ero con un amico e ci chiedevamo una cosa: si sente parlare sempre di boom spagnolo, di rinascita spagnola, di Spagna potenza industriale, di spagna che vuole entrare nel G8 etc. etc. N
e abbiamo parlato in passato anche in questo post.
Però, chiaccherando, ci è venuta in mente una cosa: ma non è che tutto questo boom spagnolo sia dovuto alla sola speculazione immobiliare cui abbiamo assistito durante gli ultimi 10 anni ? E in cosa questo "boom" ha reso la spagna leader nel mondo ? Nelle costruzioni ? mmm...lo escluderei decisamente. Che tipo di know-how spagnolo è stato creato con tutti questi soldi ?
Cosa viene in mente a uno straniero pensando alla Spagna? Intendo dire, a parte Tori, Corride, Sangria Flamenco e Nacchere...in cosa la Spagna eccelle ?
Faccio un esempio comparando con l'italia: made in italy significa moda, alta sartoria, cibo, vino, Ferrari, Maserati, scarpe, cantieri navali... non mi pronuncio sul fatto se questi settori/beni siano importanti o meno...voglio solo dire che l'italia ha delle nicchie, grandi o piccole che siano, nelle quali è leader mondiale indiscusso.
Ora la mia domanda è: quali sono le nicchie in cui la Spagna è fermamente al top ? in cosa il "made in spain" è pregiato e ricercato ?
L'altra sera non abbiamo trovato nessuna risposta... ma forse è colpa nostra.
A voi viene qualche idea ?
 
# 1
Zara?!! : - )
Di  anna  (inviato il 07/06/2007 @ 19:11:57)
# 2
Non vale...La gente non va da Zara per comprarsi "un bel vestito spagnolo !". Ci va solo perchè è economica...
Quali sono le cose che la gente (o le aziende) compra perchè spagnole e quindi il top per quel determinato settore ? Quando dice: "ora mi compro un bel xxxx Spagnolo"... ?
Di  massi non loggato  (inviato il 07/06/2007 @ 21:14:18)
# 3
Para las camisetas del Barça!!! ahhaahhahahahahaaha :)
Di  Alex  (inviato il 07/06/2007 @ 23:14:15)
# 4
Bhe sicuramente la Seat é allo stesso livello della FIAT.
Poi per quanto riguarda le "cose" che la gente compra perché spagnole:
prosciutto, carne.
Peró direi che il vero punto forte della spagna é il turismo e gli hotel.
Catene come Sol Melia o NH stanno facendo furori anche in Italia e sono sicuramente di qualitá superiore a molti hotel italiani.
Di  Anonimo  (inviato il 08/06/2007 @ 13:19:05)
# 5
Ma dove è che la si compra sta carne buona?
Io non ho ancora trovato un macellaio decente...a
Di  anna  (inviato il 08/06/2007 @ 16:02:57)
# 6
Cmq io se penso alla carne penso alla carne argentina, mica alla spagnola !

Mi è venuto in mente in cosa sono fortissimi: Banche. I gruppi spagnoli sono i più grandi in Europa.
Di  Massi non loggato  (inviato il 08/06/2007 @ 19:07:39)
# 7
Alcuni esempi,a modo di brain storming

Cucina creativa? Ferran Adrià, miglior cuoco del mondo (???), dichiarato una delle 100 persone di + influenza del mondo.
Cinema :Almodovar, Amenabar,Coixet....

Arquitettura : Moneo,Calatrava.....

Design : i prncipali prodotti di design sono italiani o scandinavi, pero in Italia per esempio c'é il paradosso che a parte l'abbigliamento, per le strade/bar/ristoranti/spazi pubblici italiani é + difficile trovare modernità... quella modernità di Londra, del Jordaan di Amsterdam, di Prenzlauer a Berlin, di BCN...? Se ne trova, pero lo storico o l'antico (e la dissidia-pigrizia anche), pesano troppo nelle citta italiane... Invece qui, tutto é "design", buono o cattivo, pero "design" (o "rustico falso"...he he).

e soprattutto : la marcha!! no? non solo la movida delle gandi citta, ma la movida in ogni piccola città e paese...tascas i vino, botellon...
Di  iannalbum  (inviato il 08/06/2007 @ 20:42:32)
# 8
Attenzione però: quest post non vuole essere un "meglio l'Italia o la Spagna"...
Vorrei capire quali sono i settori in quali il made in Spain è il massimo (o quasi)...a livello economico.
Tipo, come dicevo prima, le Banche: i gruppi bancari spagnoli sono tra i migliori in europa (se non i migliori).

Se mi dici la modernità, il design, ok...BCN è tutto questo. Hai ragione anche a dire che ci sono registi molto bravi. Ma posso farti gli stessi esempi per tantissimi altri paesi.
Io voglio capire invece in cosa il sistema paese Spagna (non Barcellona), in cosa è leader indiscusso ?

Attenzione: non c'è polemica in questa domanda. Lo chiedo solo per capire meglio la nazione in cui vivo.
ciao
Di  Massi non loggato  (inviato il 08/06/2007 @ 21:26:12)
# 9
PS comunque mi piace molto il tuo blog...è da un pò che lo tengo sotto osservazione : - )

L'indirizzo (lo dico per gli altri) è http://www.diluvi.com e vale la pena di essere visitato da chi capisce un pò di Catalano.

ciao
Di  Massi non loggato  (inviato il 08/06/2007 @ 21:32:51)
# 10
Julien dice:
l'accetazione del matrimonio omosessuale, le soluzioni concrete rispetto all'integrazione degli extracomunitari, la stabilità politica rispetto all'Europa unita. ....poi aggiunge: è un caso se Al Qaeda ha colpito Madrid tra tutte le città simbolo europee? Custo stilista barcellonese, Agatha Ruiz de la Prada, i Chupa Chups! : - )
E sulla cucina ancora:
Arzak
Di  anna  (inviato il 08/06/2007 @ 22:05:44)
# 11

La medicina ? Da Dexeus a Barraquer ? si dovrebbe investire moooolto di + in ricerca,comunque c'é un certo prestigio di alcuni centri e del sistema sanitario (pieno difetti, ma tra i + universal el mondo - c'é chi dice il 1º)
Di  iannalbum  (inviato il 09/06/2007 @ 14:34:02)
# 12
Calcola che la Spagna ha avuto il freno del franchismo....detto questo, marche come Camper, Custo, Tous, Loewe, sono ormai conosciutissime in tutto il mondo e non sono di massa come Mango o Zara (e comunque oltre a Benetton, l'Italia anche qui non offre granché eh). Per chi si lamenta che non trova la "carne buona" (miodio, che viviamo, nel Burundi?) le consiglio di cercare in qualsiasi mercato di quartiere, da Boquería, Galvany, Santa Caterina.....
Di  Barcellonese  (inviato il 09/06/2007 @ 20:50:01)
# 13
Sì l'ho presa nei mercati, grazie del consiglio, ma considera che qui i tagli sono davvero diversi rispetto alla Francia o all' Italia e non sono abituata, mi sembra sempre fibrosissima...Ma forse è solo questione di abitudine : - )
Di  anna  (inviato il 09/06/2007 @ 21:35:37)
# 14
Beh ... probabilmente non esiste un settore in cui la Spagna sia leader indiscusso ... ma semplicemente un progresso economico diffuso... che fa crescere la Spagna in modo più uniforme ed equilibrato...

... poi ci sono sempre i colossi Telefonica - BBVA- Endesa- Repsol

... e non dimentichiamo le privatizzazioni in Sudamerica (sopratutto in Argentina) e lì la Spagna ha comprato a prezzo di saldi di fine stagione rafforzandosi in alcuni settori strategici (telefoni, petrolio della patagonia)..
Repsol per esempio ha comprato YPF che era un'azienda molto più grossa e importante ottenendo il diritto di sfruttare i giacimenti petroliferi della Patagonia... e putroppo ha a che fare con il governo di Menem (vi consiglio il documentario "Memoria del Saqueo" di Fernando Solanas)

In ogni caso a parte i colossi ci sono anche i distretti industriali...come quello di Castellon per le ceramiche da rivestimento o quello di Elche per l'indus
Di  Anonimo  (inviato il 09/06/2007 @ 22:17:05)
# 15
C'è da dire che noi italiani viviamo sulla scia di un fenomeno creativo ormai fermo da tanti anni fa che hanno fatto dell'italia il fulcro dell'arte e della creatività. Ma oggi cosa facciamo? Sempre pizza, mamma e mandolino.

Per questioni anche storiche la spagna si impone solo oggi con grande determinazione manca ancora di "prodotti" veramente originali.

Se devo identificare un qualcosa di veramente spagnolo, l'identifico nella corrida. Una disciplina contestabile sicuramente ma unica nel suo genere.

Poi c'è "La Pantoja" che ancora non ho ben capito chi sia e cosa faccia ma alla TV esiste solo lei ;)
Di  simone  (inviato il 10/06/2007 @ 12:58:04)
# 16
Ma no Simone non sono d'accordo sull'Italia. Nel design (pensa solo al design d'arredamento ) e nella moda deteniamo i primi posti nel mondo grazie a creativi tutt'ora vivi e vegeti....
Di  anna  (inviato il 11/06/2007 @ 08:41:43)
# 17
Io credo che sono leader induscussi (per il momento) su Banche e poi a chi dice che la carne non é buona...e il prosciutto?!?!?!
Inoltre direi che soprattutto nei servizi ci sovrastano.
Chi mi sa dire in Italia, servizi privati come SANITAS, MAPFRE, etc???
Magari ci fossero anche da noi che devi sborsare una barca di soldi per un assicurazione "cutre" !
Di  Adriano  (inviato il 11/06/2007 @ 09:40:43)
# 18
La discussione é diventata davvero interessante!
Si direbbe che é una corrente di attività non solo su un settore specifico, ma un po' qui un po' là .
Sempré però con un'aria di modernità e rinnovo, almeno apparente (repsol e telefonica di modernità vera ben poca!!!).

Stile "Vueling", un altro "invento" spagnolo (anche se con soci americani) che si sta posizionando come "cheap & chic" ....

Di  anna  (inviato il 11/06/2007 @ 13:28:04)
# 19
La moda espagniola FA CAGARE
Di  dani  (inviato il 11/06/2007 @ 15:56:24)
# 20
Le scarpe Spagnole sono le migliori del mondo intero.
Soprattutto i mocassini che usano per lavorare.
Di  Anonimo  (inviato il 11/06/2007 @ 17:30:36)
# 21
ciao a tutti. posso dirvi qualcosa su alcuni prodotti spagnoli che stanno già da tempo arrivando prepotentemente sulla scena commerciale italiana. si tratta proprio di prodotti di design interessanti e soprattutto, in alcuni casi, a prezzi aggressivi. aziende come nani marquina (tappeti e tessuti), candia blasco per gli elementi di arredo da esterni, illuminotecnica, accessori bagno, piastrelle. sono un architetto e vi assicuro che di roba spagnola ne vedo girare parecchia ed è piuttosto bella.
Di  corù  (inviato il 11/06/2007 @ 18:56:01)
# 22
Il mangiare FA CAGARE.. gazpacho... mio dio que asco!
cmq effettivamente.. il made in spain RICONOSCIUTO IN TUTTO IL MONDO donde está ?
Di  Paolo  (inviato il 11/06/2007 @ 22:26:52)
# 23
Per Paolo e Dani:
Uno: non è che il vostro contributo abbia fatto avanzare la discussione. Due: imparate l'italiano.
Di  Anonimo  (inviato il 12/06/2007 @ 03:17:05)
# 24
E adesso vi lancia una domanda....
perché se in teori il "made in Italy" é migliore. Abbiamo stipendi da terzo mondo e condizioni di lavoro pessime e nessuno "sfogo" oltre il lavoro??
Prendiamo per esempio l'Univer(s)itá. Qui in spagna ci sono proposte formative, veramente interessanti....
Di  Adriano  (inviato il 12/06/2007 @ 09:54:24)
# 25
Perché abbiamo una classe politica da terzo mondo.
Di  anna  (inviato il 12/06/2007 @ 10:58:46)
# 26
Togli la classe politica italiana e mettici quelal spagnola e vedi che l'Italia sarebbe il miglior paese al mondo.
15 anni fa la spagna era coem noi, priam con la destra e poi con la sinistra si e risollevata, noi abiamo avuto 250 coalizioni, non si capisce manco se so di destra o sinistra, e siamo semrpe al nostra di partenza.
Di  Antonio  (inviato il 12/06/2007 @ 13:18:50)
# 27
che il "made in italy" sia migliore é solo una questione di marketing eh!! e mi dispiace dirlo, però é cosí.
E come indicava Massi non si tratta di dire chi é migliore o peggiore...é una posizione un po' infantile quella degli eterni confronti.
Il "Made in Italy" é uno dei migliori prodotti di marketing del mondo!! con secoli di tradizione!!

In Italia manca - il mio parere , da qui - il rinnovo generazionale. Evidentemente c'é modernità e secolo XXI, però 'sta gerontocrazia!!! - di anziani e di giovani "anziani"- .
Qualche volta vedendo i giornali e i telegiornali, amici catalani mi dicono : ma in Italia governano solo i vecchi???E io "no, guardate" e faccio vedere le foto dei "giovani" ...pero poi mi rendo conto che sto facendo uno sforzo per trovarli!!
Riconsco però che da fuori non conosco in profondita l'attualità italiana !!

voi "giovani italiani in itali
Di  anna  (inviato il 12/06/2007 @ 23:23:26)
# 28
Anna anch'io sono Anna. Potresti Firmarti Anna più qualcosa? Se no si crea confusione!
Se no lo faccio io, ma mettiamoci d'accordo.Grazie!

Di  anna (l'illustratrice)  (inviato il 13/06/2007 @ 09:03:13)
# 29
Credo che Massi ha centrato in pieno l'argomento, soprattutto per mettere un po i piedi in terra e smorzare questa euforia che si è creata per la Spagna. La Spagna è cresciuta economicamente in modo straordinario, questo è vero. Non dimentichiamoci però con progetti imprenditoriali stranieri. È stata sempre un po al servizio di paesi europei come Germania, Francia e Italia. Qui non si parla (mi sembra di capire) di rinnovarsi politicamente o socialmente, qui stiamo trattando della capacità di progetti imprenditoriali veri e propri che hanno situato l'italia nei primi posti a livello mondiale e che in spagna evidentemente ce ne sono veramente pochi.
Di  Marco  (inviato il 13/06/2007 @ 17:20:18)
# 30
CREDO CHE ABBIA! Ma l'italiano!
Di  Anonimo  (inviato il 13/06/2007 @ 18:09:46)
# 31
Ciao scusate non c'entra nulla con la discussione, ma chi è che gentilmente mi dà l'indirizzo della pizzeria "la bella Napoli"? Grazie!
Di  anna (l'illustratrice)  (inviato il 14/06/2007 @ 09:14:43)
# 32
Eccolo: Calle Margarit (Calle Margarit 14 - tel. 934425056)

ciao
Di  Massi non loggato  (inviato il 14/06/2007 @ 11:08:45)
# 33
Ciao, sono stato per la seconda volta a BCN nei giorni scorsi ma questa e' un'altra storia.
Dunque, sull'eccellenza reale o presunta del made in italy il discorso sarebbe ampio da affrontare, diciamo che in effetti alcune cose resistono, altre sono ormai italiane solo di facciata (ma con proprieta' e management e creativi stranieri), altre sono in grave crisi (vedi per esempio la crisi del tessile degli ultimi anni).
Le eccellenze attuali sono altrove, dove si spende per ricerca e sviluppo, dove si investe sul futuro.
Non posso parlare della Spagna (e mi piacerebbe saperne di piu' anche a me sull'argomento) ma non posso non vedere che l'Italia (ad oggi) e' destinata ad alcuni decenni non rosei.
Di  ms20  (inviato il 14/06/2007 @ 18:07:50)
# 34
Bhe se parli della catalunya c'ha un bel po di risorse siderurgiche e naturali,cmq i grandi gruppi come mango o zara hanno fatto un boom enorme,però attenzione la produzione è per lo più delocalizzata,e pure li il marketing è bello presente.Cmq io studio moda e marketing e dire che il made in italy è solo marketing è na boiata,l'unica cosa buona(e si sta smontando infatti)in italia sono i distretti industriali e le tradizioni artigianali e tessili,il design è venuto dopo,e scusate ma il senso del bello è una nostra prerogativa..Almeno di qualche cosa bisogna andar fieri!La Spagna ha un mercato per lo più interno,ovviamente ha eccezioni,ma non ha nicchie di eccellenza come noi.Però non disperiamo impegnandosi i nostri politici possono distruggerle!!Cmq la superiorità nei diritti civili e nella politica economica della spagna è indiscutibile,forse un ventennio di regime è stato troppo poco per fa
Di  Anonimo  (inviato il 16/06/2007 @ 23:39:03)
# 35
farci capire e farci svegliare...ps barca me falta demasiado y tambien mi catalan Adrià,adeu cari...que maco este blog:D Erica
Di  Anonimo  (inviato il 16/06/2007 @ 23:41:36)
# 36
...a me sembra che la spagna abbia un'economia "mineraria": non produce, cava! consuma una risorsa non rinnovabile, la meno rinnovabile di tutte, ovvero il suolo! 600-700 mila alloggi all'anno, piu' di germania e francia messe insieme. E' questo l'unico vero grande business, a cui si collega, l'altro, le banche (si tengono in piedi a vicenda). Il resto sono fenomeni di colonizzazione di paesi terzi (quelli di lingua spagnola), piccole cose di nicchia, o comparti dove non esiste innovazione ma solo sfruttamento di condizioni date, come il turismo.
Tutto questo NON puo' durare in eterno,

La ricerca e' perfino peggio che in Italia, la scuola irrimedibilemente divisa tra quella privata, discreta ma elitaria e quella pubblica, disastrosa.
Se spingiamo lo sguardo dietro al luccichio di bcn e alla sua vita dorata...vediamo un popolo ensimismado, autoreferenziale, inutilmente orgoglioso, certamente piu' civilizzato e libero di prima ma pur sempre una spanna ind
Di  fabrizio  (inviato il 17/06/2007 @ 22:05:14)
# 37
...ma pur sempre una spanna indietro al resto dell'europa!

La sedimentazione culturale, la propensione all'innovazione, la creativita' diffusa, l'aspirazione all'eccellenza non sono cose che si autogenerano in soli 30 anni di democrazia (spt se il paese e' stato isolato per secoli, occupato in lotte intestine e diviso da opposti, assurdi orgogli nazionalistici di cui ancora oggi vediamo i pallosissimi strascichi...).

Mah! il made in spain (anzi "Hecho en España", dato che qui traducono tutto e l'inglese gli fa venire l'orticaria)...e' ancora in costruzione....

Puo' darsi che la catalogna, terra piu' europea, piu' dinamica e un po' (ma non troppo) piu' aperta ce la faccia a creare un suo "Fet in Catalunya".
In fondo ha sempre avuto una solida tradizione industriale e artistica.

Ma dovrebbero impegnarsi a fondo e pensare a competere con il Mondo, piuttosto che disperdere energie continuando a polemizzare con madrid!
Di  fabrizio  (inviato il 17/06/2007 @ 22:19:53)
# 38
Bello il tuo scritto Fabrizio.
Ma chiedo, è poi imortante questa smania di essere al passo coi tempi?

Battiato:
... il giorno della fine non ti servirà l'Inglese...
Di  anna  (inviato il 18/06/2007 @ 09:01:38)
# 39
Mi é piaciuto il discorso di Fabrizio anche se non sono d'accordo.
1) i prezzi della case non sono molto piú alti rispetto all'italia e il boom immobiliarlo coinvolge anche l'Italia.
In italia abbiamo costruito talmente tanto che in la UE ha bloccato un 15% dei lavori iniziati.
2) il livello scolastico in Italia (oggigiorno) non é molto piú alto e si sá che anche sa noi una scuola privata ti dá di piú di una pubblica.
3)La "imprenditorialitá" italiana é nata e cresciuta solo nel nord italia.
Da qui mi aggancio al discorso fatto su catalunia.
Non sará che anche noi dobbiamo "autonomizzare le regioni" per migliorarci e rivitalizzarci?
Di  adriano  (inviato il 18/06/2007 @ 15:31:27)
# 40
@Anna, ...certo che si potrebbe teoricamente vivere a bassa intensita', senza "smania" ..ma io vedo che l'essere umano tende naturalmente ad agire: tende a cercare un cibo saporito da mangiare, un altro essere umano attraente di cui innamorarsi e/o con cui fare sesso, tende a scrivere belle poesie con cui nutrire la sua anima o a costruirsi un tetto di qualita' sulla testa etc. E tutto questo non puo' che farlo, d'istinto, con i riferimenti che ha intorno, a lui contemporanei. Il presente ce l'abbiamo disponibile intorno a noi, ed e' automatico che cerchiamo prima di capirlo e poi di cambiarlo, riprogettandolo e "customizzandolo" di continuo a nostro uso e consumo. Insomma siamo "di natura" degli innovatori.
Ma grazie al cielo!! senno' non avremmo la musica, l'arte, i viaggi, il cinema...eppoi non siamo forse qui a barcellona alla ricerca di "una situazione in movimento"??
Di  fabrizio  (inviato il 18/06/2007 @ 23:58:48)
# 41
@Adriano: devo dirti che a me piace molto che le regioni italiane siano cosi' diverse tra loro, adoro sentire gli accenti, mangiare cibi diversi, sentire discorsi opposti....mi piace andarmene in lungo ed in largo per l'Italia, (quando posso) e pensare che nonostante questa magnifica e ricchissima diversita' e eterogeneita', sono sempre dentro al mio gran Paese.

Non mi piacerebbe che ci frammentassimo in tanti isolotti abitati da genti piene di se' e/o amareggiate e messe l'una contro l'altra.

Ieri sera un tifoso del Madrid diceva una cosa orrenda, che era quasi piu' contento del fatto che la Liga l'avesse persa il Barça del fatto che l'avesse vinta la sua propria squadra!

Mi terrei l'Italia bella unita com'e', piuttosto lavoriamo a creare innovazione ed impresa anche a sud (non saprei come...), diamoci uno scossone, non necessariamente guardando al boom economico spagnolo...

PS: scuola privata meglio della pubblica? non so, n
Di  fabrizio  (inviato il 19/06/2007 @ 00:18:32)
# 42
PS: scuola privata meglio della pubblica? non so, ...non mi risulta....mi pare che le elite (di destra e di sinistra) continuino a mandare i propri figli nei vari licei classici e scientifici pubblici
Di  fabrizio  (inviato il 19/06/2007 @ 00:21:54)
# 43
@Fabrizio.
Sono convinto come té che dobbiamo piuttosto lavorare per creare innovazione al sud. Credo peró che questo scossone sarebbe dato da una maggiore regionalizzazione e autonomia da parte delle regioni.
Non dico arrivare all'estremo degli "statut" che é l'esempio da NON seguire ma piuttosto una libertá di movimento da parte delle regiorni nel creare propri mezzi e autogestirsi e per quanto riguarda il sud, liberarsi dal "centralismo" e iniziare a crearsi una propria immagine, lontana dagli stereotipi.
Io credo che la Spagna ha proprio questo nel suo "made in Spain", anche se il sud della spagna non é cosí ricco, la differenza tra le regioni non é cosí marcata come in Italia dove tra nord e sud c'é un abisso a livello economico e di imprenditorialitá.
Di  Adriano  (inviato il 19/06/2007 @ 09:22:12)
# 44
Per Fabrizio:
non volevo negare l'innovazione, la ricerca, la vivacità culturale. Pensa a tutte le epoche in cui l'arte e il pensiero occidentale sono fioriti (grecia antica/ Rinascimento), erano tutte ricche. Quello che volevo dire è che questa smania di essere "à la page" nel panorama di una globalizzazione che tende a livellare le differenze e a trasformare tutto in "merce" spesso porta ad un appiattimento del livello culturale. Non che non si debba andare "verso". Ma andiamoci a piccoli passi, perché si sa, ad ogni culmine culturale segue un'implosione e se guardiamo la storia dietro di noi già sappiamo quale deserto del pensiero ci attende (anzi...mi sa che siamo già nella fase discendente del 900). Parlo in generale. In particolare mi piace il clima culturale di Barcellona. Scrivi molto bene, posso sapere cosa fai?
L'arte ha bisogno di soldi ma anche come diceva Paul Celan, di " un'ora che lenta fluisce".
Di  anna  (inviato il 19/06/2007 @ 10:33:26)
# 45
Riconducendomi a quanto detto da Anna, maggiore vivacitá culturale significa maggiore diversitá e rispetto. Ricordiamoci che la tanto apprezzata epoca "Rinascimaentale" si deve alla competitivitá dei "Comuni" che hanno elevato lo stile artistico delle varie regioni, creando una vivacitá e uno stile "made in italy" (per dirlo di modo moderno) che non si é piú ripetuto nei secoli. Piú autonomia significa, piú libertá di espressione e ricerca.
Come dice Anna, l'arte ha bisogno di soldi, ma fino a quando é tutto stagnante per la centrallizazione burocratica, questo é impossibile.
Di  Adriano  (inviato il 19/06/2007 @ 11:01:59)
# 46
@Anna: mi viene in mente qualcosa che lessi tempo fa; “in praise of slowness”, elogio della lentezza o giu di li. Effettivamente ogni buon progetto ha bisogno di essere metabolizzato e sottoposto alla prova del tempo prima di essere implementato ed andare a trasformare la realta’. Come non essere d’accordo con te!
A volte penso che il limite di Barcellona, che oggi, dopo qualche anno qui, mi si sta lentamente svelando, sia proprio questo: la citta’ materiale, quella composta da edifici, piazze, paseos e ristoranti e’ cambiata molto rapidamente, come nessuna citta’ europea. Ma le persone, con i loro ritmi interiori di assimilazione del nuovo, non hanno potuto stare al passo con questi rivolgimenti tumultuosi.
Per cui questa citta’ a volte mi appare come un fotomontaggio.
Individui che ascoltano per lo piu’ musica anni ’80, contano ancora in pesetas, vedono gli stranieri (i “guiris”) come degli ospiti eccentrici, credono che la cucina italiana sia una sorta di fast f
Di  fabrizio  (inviato il 20/06/2007 @ 00:24:20)
# 47
food, pensano all’europa come ad un luogo altro, ancora un po’ estraneo, ...ma abitano uno scenario fisico di palazzi in acciaio e vetro, siedono su panchine di design, mangiano sushi in ristoranti fashion etc etc.
Come se l’accelerazione, avvenuta sulla scorta dell’istinto liberatorio post-franchista, abbia risucchiato i paesaggi interni delle menti delle persone verso una sorta di fuga verso il futuro dalle ignote conseguenze.
Qui sembra che l’importante sia fare, fare e fare. Andare, andare e andare. Possibilmente veloci, ma non per il piacere inebriante della velocita’, bensi per una sorta di obbligo autoimposto di diventare “moderni” anche senza saper bene cosa voglia dire.
Barcellona, se vista cosi’, diventa pericolosamente simile alla sua squadra di calcio, il Barça, metafora principe di un’insanabile contraddizione: e’ bandiera dell’identita’ regionale, segno distintivo di appartenenza territoriale ma quasi tutti i suoi campioni sono brasiliani, italiani, mess
Di  fabriz  (inviato il 20/06/2007 @ 00:26:39)
# 48
messicani, svedesi, francesi, camerunensi....(sorry..sono andato proprio lungo questa volta, mi devo limitare...).

PS: no, in realta' piu' che scrivere io disegno tutto il giorno, faccio l'architetto.
Di  fabrizio  (inviato il 20/06/2007 @ 00:31:21)
# 49
Bellissima la tua immagine di barcellona fotomontata Fabrizio. Con ritmi della gente completamente altri rispetto a quelli delle cose, dovremmo aggiungerla (e visto che sei architetto lo puoi fare tu) ad una delle Citta invisibili.
Un saluto e grazie per il bel fluire di pensieri e lettere.
Di  anna  (inviato il 20/06/2007 @ 08:35:39)
# 50
Ma Barcellona, é veramente "Made in Spain" ?
Di  Simone  (inviato il 20/06/2007 @ 15:24:19)
# 51
@Anna, grazie a te!
Ho letto un post nel quale parlavi della tua attivita', i libri illustrati per i bimbi (immagino sia tu quell'Anna, precedentemente a parigi, fidanzato giornalista, etc?).
sono curioso, avresti piacere a mostrarli.?.magari puoi spedire un pdf sulla mia email...saluti
Di  fabrizio  (inviato il 21/06/2007 @ 17:16:44)
# 52
Non ho la tua e mail Fabrizio. Comunque puoi trovarli in qualsiasi libreria con un buon reparto di letteratura infantile.
Prova a cercare "el caballero Pepino" (c'è anche in catalano). Oppure a giorni dovrebbe uscire "Caminos sin nombre", tutti per OQO edizioni...
Di  anna  (inviato il 22/06/2007 @ 10:59:21)
# 53
Attenta Anna che Fabrizio ci prova !!!!!!!!
Di  Simone  (inviato il 22/06/2007 @ 12:11:50)
# 54
@Anna, la mia mail e' quella che appare sotto i miei messaggi, devi solo cliccarci sopra...Grazie cmq per le indicazioni. Mi piacerebbe che fossero in italiano, in modo da poterli leggere ai miei bambini. (il catalano e lo spagnolo li leggo con un accento pessimo...mi correggono loro sommergendomi di risate)

Fino ad adesso ho avuto un gran piacere a leggere loro i meravigliosi libri di Munari, che sono certo conoscerai dato che sono straordinari e non ho mai visto niente di piu' bello (ne ho due recenti ristampe di un'edizione del 1946, credo...)
Ogni tanto alla scuola italiana o alla casa degli italiani qualcuno presenta i suoi libri...dato che tu sei appena arrivata magari potresti considerare che solo alla scuola materna ed elementare italiana ci sono circa 300 bambini...un bel bacino potenziale di genitori interessati...
Di  fabrizio  (inviato il 22/06/2007 @ 17:51:40)
# 55
Grazie Fabrizio dei consigli!! Non avevo pensato alle scuole italiane per presentare i libri...

Munari lo adoro follemente. Era un genio.
ps (ma che e mail compare sotto i messaggi??)
Di  anna  (inviato il 23/06/2007 @ 00:44:40)
# 56
@Anna: se clicchi sotto il nome della persona che ha lasciato il messaggio possono succedere due cose:
1_se e' in rosso si apre un dialog box tipo outlook per mandargli un messaggio e si visualizza il suo indirizzo email.(nonche' il tuo plaxo).
2_se e' in nero, come il tuo, no: nel senso che evidentemente, a quanto vedo, tu hai firmato il messaggio solo con il tuo nick ma senza l'indirizzo email.
Almeno cosi' mi pare.
Di  fabrizio  (inviato il 23/06/2007 @ 22:06:49)
# 57
Ho letto il post, ma non tutti i commenti, quindi potrei ripetere alcune cose già dette.
La Spagna, grazie ai finanziamenti europei e grazie al loro buon spirito nazionale, negli ultimi anni ha dimostrato di saper fare bene le cose e questo é un traguardo che le permette e le permetterà di eccellere presto in molti campi; gli stessi in cui l'italia ha ampiamente dimostrato di perdere posizioni. La snellezza della burocrazia, la flessibilità del lavoro, la lingua e quindi il suo rapporto privileggiato con l'Amirica Latina ha fatto il resto. Ora di cosa si vuole discutere? Se é meglio una Ferrari o un bbuon Prociutto Serrano? Io preferisco la Ferrari a mani basse, ma non me la potrò permettere mai nella vita, mentre di prociutto me ne so magnato na mezza tonnellata. Che é meglio un trattore Lamborghini o un servizio medico specializzato? Il trattore Lamborghini ha una concorrenza spietata ed ha quindi dei ricarichi bassi, il serviz
Di  Enrico  (inviato il 13/07/2007 @ 11:31:07)
# 58
Spagna? fecondazione !! Divertente leggere tutti i post, e a nessuno è venuto in mente che migliaia di italiani vengono in Spagna, anzi a Barcellona, a fare quello che in Italia non è piu' pienamente possibile grazie alla maldita legge 40 di 3 anni fa, cioè la legge che 'regola' (troppo) la PMA. Vi suona questa sigla? qualcuno è andato a votare al referendum due anni fa?? bene , per 4500 coppie di italiani all'anno, Spagna significa fecondazione aperta e possibile, vengono qui anche più di una volta per poter avere cio' che hanno più diritto: un figlio!
ma forse la maggior parte di chi bazzico questo blog manco ci pensa ai figli...o sbaglio? ma anche se siete giovani, tenete conto che in Italia c'è anche questo, e che la sterilità sta facendo 'passi da gigante' (permettetemi il termine).
Di  Alex  (inviato il 22/07/2007 @ 21:07:49)
# 59
la Spagna è lider mondiale solo in una cosa certa: L'INDEBITAMENTO DELLE FAMIGLIE (attualmente superiore allo storico indebitamento delle famiglie americane). Le poche realtá produttive si sono internazionalizzate e non si puó piú quasi dire che abbiano una bandiera in particolare. Telefonica e i gruppi bancari piú grandi di questo paese stanno
comprando altre banche in altripaesi anche extraeuropei che non é altro che una maniera di inviare legalmente capitali fuori dalla Spagna: chissa che non credano molto alle risorse del loro stesso paese....dopo averlo spolpato ben bene...
Di  Bob  (inviato il 09/08/2007 @ 20:44:24)
# 60
Alex, sbagli.
Ne avevamo parlato qui:
http://www.italianiabarcellona.com/dblog/articolo.asp?articolo=69
Di  Massi non loggato  (inviato il 10/08/2007 @ 00:30:14)
# 61
ah!, per saperne di piú, per esempio, cliccare:
CIA-the world factbook: Spain
https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/geos/sp.html
Di  Bob  (inviato il 10/08/2007 @ 10:49:51)
# 62
Vi scrivo dall'Italia e vi invito a scrivere sul blog di kataweb news.kataweb.it/item/250776/spagna-zapatero-supereremo-italia-per-pil-pro-capite?nc#commenti . Gli erasmusini iberici ci stanno scannando insultandoci in tutti i modi. Possibile che c'è tutta sta competizione li da voi?
Di  Gianluca  (inviato il 18/01/2008 @ 14:58:57)
# 63
in cosa eccelle la Spagna? In niente, esattamente in niente. Oh certo, nel turismo vacanziero di massa senza dubbio. Ma il Made in Spain non esiste. Gli spagnoli non li amo: sono nazionalisti fino all'esasperazione e al ridicolo, ciò però li rende anche estremamente invidiosi nei confronti dei successi altrui (vedi l'Italia, che, nonostante le infinite magagne attuali, continuo a reputare un Paese complessivamente superiore alla Spagna).
Le catene di abbigliamento del gruppo Inditex non sono altro che buisiness basato su convenienza economica, cattivo gusto e bassa qualità. E' roba per la massa, ma molto di massa...
Non è qualità, non è arte, non è un marchio distintivo.
La Spagna, sebbene indiscutibilmente in crescita, è un paese molto sopravvalutato a mio avviso. E quando la bolla immobiliare scoppierà, rischia di precipitare da altezze da cui ci si fa male...
Di  Casualmente Ultras  (inviato il 30/06/2008 @ 00:56:52)
# 64
Banche. I gruppi spagnoli sono i più grandi in Europa.

E te credo, con tutti i crediti fiduciari elargiti alla gente a seguito della speculazione edilizia...
Di  Casualmente Ultras  (inviato il 30/06/2008 @ 00:58:51)
# 65
Le scarpe Spagnole sono le migliori del mondo intero.
Soprattutto i mocassini che usano per lavorare.

ahahahahahah buona questa!
sicuramente sono migliori dei mocassini italiani di Ferragamo o Gucci o Tod's...ahhahaha, come no?!

Seriamente parlando, un ROM veste meglio dello spagnolo medio...
Di  Casualmente Ultras  (inviato il 30/06/2008 @ 01:03:18)
# 66
Mi sembra che molti di quelli che hanno scritto finora si dovranno ricredere, visto che la crisi ha fatto venire tutti i nodi al pettine.

Mi sembra peró che ben pochi hanno capito il significato di "settore di eccellenza". Che Telefonica sia un colosso delle telecomunicazioni non vuol dire che le telecomunicazioni siano un settore di eccellenza di questo paese. Cioé gli stranieri non vengono in Spagna per il piacere di usare i telefoni di telefonica. Casi come Adriá o Calatrava non sono prodotti dell'eccellenza spagnola, ma sono delle eccellenze nate in Spagna, che é diverso. La cucina spagnola é di moda, é vero. Ma durerá questa moda quanto la moda dell'alta cucina italiana e francese?

Che poi l'Italia potrebbe fare molto, ma molto di piú se la nostra classe politica fosse migliore non c'é dubbio. Resta peró il fatto che con le 4 lire di finanziamenti alla ricerca che danno in Italia e con tutto lo sforzo finanziario in ric
Di  Valerio  (inviato il 17/03/2009 @ 19:53:32)
# 67
Resta peró il fatto che con le 4 lire di finanziamenti alla ricerca che danno in Italia e con tutto lo sforzo finanziario in ricerca e innovazione che fanno in Spagna, i premi Nobel ce li becchiamo noi e non loro. Questa é eccellenza.
Di  Valerio  (inviato il 17/03/2009 @ 19:54:57)
# 68
agatha ruiz de la prada!
Di  simop  (inviato il 02/06/2010 @ 18:28:55)
# 69
scusate...io vorrei comprare nelle fabbriche di madrid e rivendere in italia..ma da come parlate della moda spagnola...devo abbandonare la mia idea?
Di  nat  (inviato il 03/06/2010 @ 10:09:57)
# 70
ciao a tutti, dovrei trasferirmi con famiglia e bambini (9, 8 e 1)il prossimo giugno. C'è qualcuno disponibile a darmi info ed impressioni sulla scuola italiana e notizie pratiche bambinesche?
ringrazio in anticipo.
Di  Lorenza  (inviato il 03/12/2010 @ 10:46:17)
# 71
prima ancora di scegliere quale piattaforma o servizio
Di  cheap jordans  (inviato il 06/12/2010 @ 03:50:36)
# 72
Spain is a popular holiday country with the British, either in summer or in winter.
Di  chanel j12 watch replica  (inviato il 07/12/2010 @ 02:29:17)
# 73
We stress that any restriction on the freedom to disseminate this body of documents will affect the entire press
Di  cheap jordans  (inviato il 08/12/2010 @ 08:16:56)
# 74
Sweet smile, the world will belong to you!
Di  coach shoes  (inviato il 11/12/2010 @ 07:49:47)
# 75
Houses, lots of other good - let others see you, know that you exist and know that your ability to
Di  supra shoes  (inviato il 27/12/2010 @ 02:53:08)
# 76
It is understandable that money makes us autonomous. But how to act if one has no money? The only one way is to try to get the home loans and just consolidation loan.
Di  WilcoxLYNETTE27  (inviato il 03/07/2013 @ 01:19:57)
Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Home page
Cerca compagni d'avventura


Manuale di Sopravvivenza:

Contatti

Voli Barcellona

Consigliamo eDreams per
cercare i migliori
voli low cost Barcellona
 

Cerca per parole chiave


Titolo
Burocrazia (6)
Lavoro a Barcellona (24)
Sito (21)
Vita a Barcellona (104)

Catalogati per mese:
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021

Gli interventi più cliccati

Sono un privato, azi...
24/11/2021 @ 18:42:33
Di antoine
Sono un privato, azi...
24/11/2021 @ 18:41:43
Di antoine
Sono la Sig.ra Maria...
24/11/2021 @ 13:41:17
Di franchesca
Ciao a tutti ,Sono L...
23/11/2021 @ 14:13:34
Di Luna
Ciao a tutti ,Sono L...
23/11/2021 @ 12:55:20
Di Luna
Mi chiamo la signora...
23/11/2021 @ 12:23:08
Di maria.franchesca
Mi chiamo Laura Matt...
23/11/2021 @ 11:24:09
Di Laura Mattis
Grazie mille DR ISIK...
20/11/2021 @ 20:04:24
Di Nela Jayden
FINANCIAL AGENT LIMI...
18/11/2021 @ 14:01:43
Di Jason
BENVENUTO NELL'ORGAN...
18/11/2021 @ 01:15:48
Di david richard